Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Comune di Pieve a Nievole Portale istituzionale dell'ente

Avere un figlio

Denuncia di nascita

Può essere resa indistintamente dal padre, dalla madre, o da un loro procuratore speciale, ovvero dal Sanitario che ha assistito la puerpera o da altra persona presente al parto rispettando l'eventuale volontà della madre di non essere nominata.
La Legge prevede tre possibilità per effettuare la denuncia di nascita; Il dichiarante può presentarsi:

  1. Entro 10 giorni dall'evento presso il Comune nel cui territorio è avvenuto il parto
  2. Entro 3 giorni presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura ove è avvenuta la nascita.
  3. Entro 10 giorni dall'evento presso il Comune di residenza dei genitori. Nel caso in cui i genitori non risiedono nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra di loro, la dichiarazione di nascita è resa nel Comune di residenza della madre.

Dove e quando 
Ufficio Stato civile
 - Palazzo comunale - Piano Terra
Tel. 0572 956330 
e-mail: n.arcangioli@comune.pieve-a-nievole.pt.it 
dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 13.00

Come 
Occorre presentare:
- un documento valido di riconoscimento di colui che effettua la dichiarazione
- Attestazione dell'avvenuta nascita rilasciata esclusivamente dal personale sanitario che ha assistito al parto o che lo ha accertato in un momento successivo.
- Codice fiscale di entrambi i genitori.

Iscrizione all'anagrafe tributaria (rilascio codice fiscale)

Il codice fiscale rappresenta lo strumento di identificazione del cittadino nei rapporti con gli enti e le amministrazioni pubbliche. L'unico valido è quello rilasciato dall'Agenzia delle Entrate. L'attribuzione del numero di codice fiscale può essere effettuata, oltre che dagli Uffici locali dell'Agenzia delle Entrate, anche dai Comuni (solo per i neonati, entro sessanta giorni dalla nascita) e dai Consolati (per i residenti all'estero), se collegati al sistema informativo dell'Anagrafe Tributaria. Nel caso non sia stato ancora attribuito, bisogna presentarsi all'Ufficio Agenzia delle Entrate di Pescia con un documento di riconoscimento. 
Per i neonati la richiesta sarà automaticamente inoltrata, al momento della dichiarazione di nascita, da parte dell'Ufficio Stato civile al Ministero delle Entrate, il quale provvederà a inviarlo direttamente a casa. 

Dove e quando 
Ufficio delle Entrate di PESCIA
 Via Galeotti, 82
Telefono: 0572 49451 - Fax: 0572 494588
Dal lunedì al venerdì 8.30-12.30;
martedì e giovedì 14.30-16.30
e-mail: ul.pescia@agenziaentrate.it

Domanda per assegno maternità

Possono richiedere l'assegno le madri cittadine italiane residenti, le cittadine comunitarie residenti, le madri extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno, che non beneficiano del trattamento previdenziale dell'indennità di maternità.
Inoltre si può richiedere l'assegno anche per figli minori adottati, o in affidamento preadottivo.
L'assegno spetta qualora il nucleo familiare di appartenenza delle madri sia in possesso di risorse economiche (calcolate con apposite modalità e che comprende il reddito, il patrimonio mobile ed immobile) non superiori al limite parametrato di oltre euro 28.000 per una famiglia tipo composta da 3 persone. Per le famiglie composte da più o meno di 3 persone detto limite viene ricalcolato sulla base di apposita scala di valori.

Dove e quando
Per informazioni e per presentare la domanda: 
Ufficio Relazioni con il Pubblico - Palazzo comunale - Piano Terra 
Tel. 0572 95631 - 
e-mail: urp@comune.pieve-a-nievole.pt.it 
dal lunedì al sabato 8.00 - 13.00 
martedì pomeriggio 15.30 - 18.30 

Ufficio Servizi sociali - Palazzo comunale - 
Tel.0572 956326 
e-mail g.casalnuovo@comune.pieve-a-nievole.pt.it

Come

La richiesta deve essere presentata dalla madre, entro sei mesi dalla data del parto, su apposito modulo predisposto dall'Ente, unitamente all'apposita dichiarazione sostitutiva ISEE.

Asilo nido

L'Asilo nido comunale è un servizio educativo rivolto ai bambini fino a tre anni.
Qualunque sia il servizio scelto i bambini si divertono e imparano giocando insieme in un ambiente pensato su misura per loro.

Dove
Ufficio Istruzione - sede biblioteca comunale 
Tel. 0572 956337
e-mail: bibliopieveanievole@tiscali.it 
Lunedì, Mercoledì, Venerdì 8.30 - 13.00 - 
Luned' e Martedì 16.00 - 19.00

Scuola dell'Infanzia "Colonna" - 
Via del Vergaiolo, 2 Tel. 0572 80704

Scuola dell'Infanzia "Riani" - 
Via Carducci, 26 Tel. 0572 80449

Scuola dell'Infanzia "Via Umbria" - 
Via Umbria, 24 Tel. 0572 51706 

Come
Le iscrizioni vengono accolte durante tutto l’anno; le domande devono essere presentate entro il 31 maggio per l’ammissione a settembre ed entro il 31 ottobre per l'ammissione a gennaio.

Richiesta assegno nucleo familiare

Si tratta di un assegno mensile per nuclei familiari che comprendono almeno tre figli minori. L'assegno è corrisposto per 13 mensilità ed il suo importo massimo è superiore a 100 euro mensili. Può richiedere l'assegno uno dei genitori conviventi, cittadino italiano.
L'assegno è erogato alle famiglie la cui situazione patrimoniale (calcolata con apposite modalità e che comprende il reddito, il patrimonio mobile ed immobile) non supera il limite parametrato stabilito dalla legge (poco più di € 20.000 per una famiglia tipo composta da 5 persone, per le famiglie composte da più o meno di 5 persone detto limite viene ricalcolato sulla base di apposita scala di valori).

Dove e orario

Per informazioni e presentare la domanda: 
Ufficio Relazioni con il Pubblico - Palazzo comunale - Piano Terra 
Tel. 0572 95631 - 
e-mail: urp@comune.pieve-a-nievole.pt.it 
dal lunedì al sabato 8.00 - 13.00 
martedì pomeriggio 15.30 - 18-30


Ufficio Servizi sociali - Palazzo comunale - 
Tel.0572 956326 
e-mail g.casalnuovo@comune.pieve-a-nievole.pt.it

Come
La richiesta deve essere presentata su apposito modulo predisposto dall'Ente entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale si richiede la corresponsione dell'assegno, insieme ad apposita dichiarazione sostitutiva ISEE.

Adozioni

Possono richiedere l'adozione di un bambino/a italiano o straniero, i coniugi uniti in matrimonio da almeno tre anni e che siano idonei e capaci di educare, istruire e mantenere i minori che intendono adottare. Tra i coniugi non deve sussistere e non deve avere avuto luogo negli ultimi tre anni separazione personale neppure di fatto.
Il giudice potrà considerare idonee coppie che prima di sposarsi hanno convissuto in modo stabile e continuativo prima del matrimonio per un periodo ditre anni .
L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 e di non più di 45 anni l'età dell'adottando.


Dove e quando

Servizio di consulenza e di informazione sull'adozione nazionale ed internazionale:
Servizio gestito dalla ASL - c/o Misericordia di Pieve a Nievole (Pt)
Le coppie interessate devono rivolgersi per il rilascio del certificato di idoneità all'adozione al Tribunale dei Minori - Via della Scala, 79 - 50132 Firenze - Tel. 055/219843 - 2398407 che effettua gli accertamenti necessari per il rilascio del documento di idoneità.

Come
Per ottenere il rilascio dell'idoneità all'adozione le coppie interessate debbono presentare domanda al Tribunale dei Minori, corredata della documentazione necessaria.

Affidamento familiare

L'affidamento familiare si realizza in tutte quelle situazioni in cui i bambini non possono rimanere nella propria famiglia, temporaneamente in difficoltà sia dal punto di vista socio-economico che da quello educativo. L'affidamento familiare serve quindi a sostituire temporaneamente la famiglia di origine, affidando il bambino ad un'altra famiglia che può garantirgli tutto ciò che gli occorre per realizzare un armonico sviluppo psico-affettivo. L'affidamento familiare può essere consensuale (quando la famiglia d'origine è consenziente) o disposto dal Tribunale dei Minori. 

Dove e quando

Centro Affidi Comuni della Valdinievole - ASL 3 Valdinievole 
Piazza Mercato dei Foraggi 51011 - Borgo a Buggiano (Pt) 
Tel. 0572 318337
Sportello informativo martedì ore 10.00-12.00 - Venerdì 17.00-19.00

 

Come

Tutti possono accogliere un bambino in affidamento: famiglie con figli, coppie senza figli, persone singole.
Il requisito fondamentale affinché venga riconosciuta l'idoneità a chi fa la richiesta per l'affidamento familiare è l'accettazione del bambino con la sua realtà psichica e familiare e la disponibilità ad assicurare il mantenimento, l'istruzione, l'educazione tenendo conto anche delle indicazioni dei genitori del bambino stesso.