Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Comune di Pieve a Nievole Portale istituzionale dell'ente

Gestire la casa

Riscaldamento

Il comune di Pieve a Nievole si trova in zona climatica "d".
Quindi l'accensione del riscaldamento è consentita
dal 1 novembre al 15 aprile di ogni anno, l'accensione degli impianti non potrà superare le 12 ore al giorno comprese tra le ore 5 e le 23. Al di fuori di tali periodi gli impianti possono essere accesi solo in caso di freddo eccezionale fuori stagione e comunque con una durata giornaliera non superiore alla meta' di quella consentita a pieno regime (6 ore). La temperatura non dovrà superare i 20c + 2c di tolleranza. Gli impianti a gas metano sono soggetti alle stesse norme.
Non si applicano le sopra citate limitazioni agli edifici adibiti a:

  • ospedali, cliniche, case di cura e assimilabili;
  • rappresentanze diplomatiche e di organizzazioniinternazionali, che non siano ubicate in stabilicondominiali;
  • scuole materne e asili nido;
  • alberghi, pensioni ed attività assimilabili;
  • piscine e assimilabili;
  • attività industriali ed artigianali e assimilabili, nei casi in cui ostino esigenze tecnologiche o di produzione. 


Dove e quando 
Ufficio Lavori Pubblici - sede palazzo comunale
Tel. 0572 956331 

  • martedì e giovedì dalle 11,00 alle 13,00
  • sabato dalle 10,00 alle 13,00

 

Passo carrabile

Il passo carrabile deve essere autorizzato dall'Ufficio Edilizia privata che provvede a fornire il cartello con gli estremi dell'autorizzazione previo l'ottenimento del relativo Nulla-Osta rilasciato dall'Ufficio Lavori Pubblici e dall'Ufficio di Polizia Municipale.

In mancanza del numero di autorizzazione sul cartello, lo stesso non ha valore nei confronti degli automobilisti.

I passi carrabili a fronte delle strade comunali non sono soggetti al pagamento della relativa tassa ad esclusione delle strade provinciali SR 435 - SR 436 - SP 22 per le quali deve essere ottenuto Nulla-Osta da parte della Provincia di Pistoia - Servizio Infrastrutture e Comunicazione che provvederà ad inviare comunicazione del pagamento della relativa tassa.

Come
L'apposita domanda può essere scaricata direttamente dalla sezione modulistica del sito del Comune. Deve essere redatta in bollo e presentata all'ufficio SUAP che predispone l'autorizzazione.  L'ufficio fornisce il cartello, dietro pagamento del costo dello stesso e dei diritti dell'Ente.

 

Dove e quando 
Ufficio Edilizia Privata
-  Ufficio S.u.a.p. P.zza XX Settembre, n. 1
Tel. 0572 956338-32-36 

  • Mart. e Giov.: 11.00 – 13.00
  • Sabato 10.00 – 13.00 

 

Contributi di Bonifica

Tutti gli immobili che ricevono un beneficio dalle attività del Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio e che rientrano nel comprensorio consortile devono contribuire per sostenere le spese del Consorzio.
Costituisce attività di bonifica il complesso degli interventi finalizzati ad assicurare lo scolo delle acque, la sanità idraulica del territorio e la regimazione dei corsi d'acqua naturali, a conservare ed incrementare le risorse idriche per usi agricoli in connessione con i piani di utilizzazione idropotabile ed industriale, nonché ad adeguare, completare e mantenere le opere di bonifica già realizzate.
Per l'adempimento di detti fini istituzionali, i Consorzi hanno il potere (ma è anche atto dovuto) di imporre contributi ai proprietari di tutti gli immobili situati all'interno del comprensorio, qualunque sia la loro destinazione (agricola od extragricola).
Soggetti obbligati ai contributi sono i titolari del diritto di proprietà dell'immobile oggetto dell'imposizione.


Dove e quando 
Consorzio Bonifica Padule di Fucecchio

via Libertà, 28 – 51019 Ponte Buggianese (PT) 
Tel.0572/932226 Fax.0572/634527
e-mail:filodiretto@paduledifucecchio.it

  • Dal lunedì al venerdì 8.00 - 13.00 / 15.00 - 17.30.


Come 
L'installatore trasmette direttamente alla Regione la documentazione necessaria per l'ottenimento del contributo;
I lavori sono soggetti a D.I.A. edilizia da presentare al Comune, ed eventuale preventiva acquisizione dell’atto di assenso in caso di immobili soggetti a vincolo oppure ubicati in aree sottoposte a tutela (vedasi in proposito nota aggiuntiva sul capitolo “Concessione Edilizia e D.I.A.”).